Molte persone che fanno trattamenti Reiki o che lo insegnano parlano del Reiki come di un metodo di guarigione. Anche il suo fondatore, il Maestro Mikao Usui e coloro che ne hanno diffuso e portato avanti la tradizione dopo di lui, parlano di guarigione attraverso il Reiki. Lo stesso temine Usui Teate significa “Guarigione con le mani di Usui”.

Io penso che questa affermazione si riveli inadeguata quando la applichiamo qui in occidente, nel nostro contesto socio-culturale. Il concetto di malattia per noi occidentali individua uno stato dell’essere strettamente fisico o tuttalpiù uno stato mentale, dove il corpo o la mente esprime un disagio e ci segnala che qualcosa non va, che qualcosa non sta funzionando come dovrebbe.

Il corpo è visto come un comparto a sé, un’entità fisica ben suddivisa con i propri meccanismi . Anche la mante viene valutata in modo simile. Ne consegue che per curare e guarire queste due entità l’approccio sarà di tipo fisico per le malattie del corpo e di tipo mentale per quelle della mente. Questo è veramente ottimo perché ha permesso all’uomo di guarire e in molti casi prevenire tantissimi problemi e malattie, ma si può fare di più.

 “Come stelle, nebbie e fiamme di candele, miraggi, gocce di rugiada e bollicine d’acqua.        Come sogni, fulmini e nuvole. In questo modo voglio vedere tutta l’esistenza.”                         (Mikao Usui)

Il Reiki porta pace e relax, un lasciar andare necessario per le nostre vite impegnate. L’energia del Reiki va dove il bisogno è maggiore, ristabilendo consapevolezza, disintossicazione ed equilibrio.
Durante una sessione il Reiki-Usui Teate la forza universale della vita si trasmette attraverso le mani del praticante. Il ricevente è vestito e disteso sul lettino, con gli occhi chiusi, in completo rilassamento. Il praticante segue una sequenza posizionando le mani, a contatto o sollevate su testa, busto, fianchi, ginocchia e piedi. I posizionamenti delle mani seguono alcuni punti fondamentali dell’apparato energetico della persona, sentendone lo stato energetico e seguendo il bisogno stesso del corpo del cliente che chiama le mani del praticante a concentrarsi in alcune parti piuttosto che altre.
Non c’è manipolazione del corpo. L’energia Reiki rimuove le ostruzioni energetiche nei meridiani, ripristinando l’energia nelle aree impoverite. Così il corpo recupera il suo equilibrio.

“Il sole del mattino
sorge splendente
nel cielo
Oh, che possiamo realizzare
una così chiara e luminosa anima!”
(Poesia Waka dell’Imperatore Meiji)